Le Isole Canarie e il sistema fiscale e legislativo

 

Le Isole Canarie sono composte da 7 isole maggiori e 7 minori facenti parte del territorio spagnolo e situate nell’Oceano Atlantico.

Data la lontananza dal continente spagnolo le isole Canarie godono un particolare regime amministrativo e fiscale.

Tale regime serve per poter agevolare lo sviluppo economico e sociale delle isole.

Il REF, il RIC e la ZEC sono le sigle del il sistema economico fiscale delle Isole Canarie.

Tutte le attività commerciali godano di particolar agevolazioni se svolgono la propria attività e creano un miglioramento economico nel territorio delle Isole, seguendo delle regole precise e rispettando specifici requisiti.

Inoltre le attività e le persone fisiche godono anche dei benefici fiscali per promuovere gli investimenti.

 

Perché scegliere le Isole Canarie ed aprire una società

 

Certamente le isole Canarie sono una grande opportunità di investimento è il settore che fa da traino e l’immobiliare. Il turismo ha portato una grande richiesta di case in affitto o in vendita.

Non sono certamente considerati un paradiso fiscale quindi non fanno parte della black list e tutti gli investimenti sono sicuri e tracciati.

Le Isole Canarie godono di particolari vantaggi quali:

  • Aprire un’azienda costa circa 60 euro ( tasse comprese).
  • L’iva è al massimo 7%, per fatturare verso le persone fisiche mentre è esente da IVA l’emissione di fattura verso altre società.
  • Enormi vantaggi fiscali che comporta un’ imposizione fiscale al 10-15%, con un’aliquota al 4%.
  • Assenza di tassazione per trasferimenti patrimoniali, e riduzione al 50% dell’imposta per produzione ed esportazione beni materiali.

 

Consigli nella scelta dei tipi di Società che si possono aprire alle Isole Canarie

 

E risaputo che costituire una Società nel territorio Canario significa godere di rilevanti sgravi fiscali e agevolazioni per incentivare lo sviluppo economico del territorio.

Ma non dobbiamo comunque dimenticare che il passo è importante e bisogna presupporre una serie di attività da dovere espletare per procedere in modo corretto.

La legge spagnola prevede tre tipologie di società di capitali:

 

  • La società in accomandita per azioni

Il capitale è suddiviso in azioni, il numero minimo dei soci è due, uno avrà l’incarico amministrativo e risponderà personalmente dei debito societari, l’altro risponderà solo in funzione delle azioni versate. Il capitale necessario per la sua costituzione non deve essere inferiore a 60.000 euro

 

  • La società anonima

Il capitale è suddiviso in azioni sociali che possono essere o in danaro o in beni. Il capitale minimo per la sua costituzione non deve essere inferiore a 60.000 euro. La società anonima può essere quotata in borsa ed soci rispondono dei debiti societari solo limitatamente alle azioni versate.

 

  • la società a responsabilità limitata

Il capitale minimo necessario per la sua costituzione è 3000 euro è costituito dalla partecipazioni dei soci suddiviso in quote. Anche in questo caso i soci rispondono dei debiti societari ma limitatamente alla quota versata. E’ la forma societaria più diffusa in quanto si adatta meglio alle piccole e medie imprese, molto snella negli adempimenti burocratici.