L’avvocato tributarista è la figura di riferimento in caso di problemi con i tributi e svolge attività di tipo sia contenzioso (assistenza del cliente nei confronti delle commissioni tributarie) che stragiudiziale (limitato alla sola consulenza). Quello di cui si occupa è un ambito molto vasto e particolarmente specializzato, tanto che non può essere preso in considerazione da qualunque avvocato. La natura della disciplina obbliga infatti alla conoscenza specifica e particolare della materia, che tra l’altro, soprattutto di questi tempi, si dimostra ostica e di difficile lettura, vista la sua volatilità. Compito dell’avvocato è infatti quello di essere sempre aggiornato sulle leggi. L’avvocato tributarista patrocina solo clienti privati, mai lo stato, in quanto quest’ultimo, in materia tributaria, viene rappresentato dall’Avvocatura dello Stato.

Differenza tra commercialista e avvocato tributarista

L’avvocato tributarista si avvicina come figura professionale al commercialista, pur differendo da esso per competenze di tipo legale. Il secondo si occupa di conteggi, mentre il primo di tutte quelle norme che sono alla base e che regolano tali conteggi. Per questo motivo tra le sue conosce deve essere preponderante, oltre che una solida base economica, anche la materia tributaria. Il commercialista può risolvere autonomamente problemi tributari del cliente quando questi riguardano in maniera specifica errori di conteggio, ma se entrano in campo questioni giuridiche è necessario affidarsi ad un avvocato tributarista.

Come trovare un avvocato tributarista

Una figura così specifica e al tempo stesso competente non è quindi così diffusa, magari tra le nostre conoscenze contiamo diversi avvocati, ma nessuno esperto in diritto tributario. Come fare allora? Dobbiamo affidarci alle conoscenze generiche di chi si occupa di altri ambiti? Certamente no, perché la soluzione è a portata di click. Il nostro amato web non ci abbandona mai, offrendoci servizi in ogni campo, anche forense.

Un esempio? Il portale di ricerca Avvocato Facile, che permette di trovare, tramite l’invio di una rapida richiesta, il consulente legale specializzato nella materia, non solo in ambito tributario, ma anche penale, civile e amministrativo. Insomma, tutta la branca del diritto.

Il servizio è gratuito e il preventivo fornito poi dall’avvocato per gli onorari della sua prestazione non è vincolante, quindi non comporta alcun impegno ad accettare.

Come si calcola la parcella di un tributarista?

Un preventivo scritto e firmato da entrambe le parti è l’unico contratto valido che vincola, da un punto di vista legale, il cliente e l’avvocato; entrambi assumono degli obblighi e sono tenuti a rispettare quanto riportato nell’accordo.

Il prezzo della prestazione viene proposto dall’avvocato e poi eventualmente concordato, oppure ci si affida direttamente alla tabelle forensi per stabilire un onorario basato su calcoli oggettivi.

Per scoprire quanto costa l’assistenza di un tributarista, il modo migliore è quello di trovarne uno e discutere con lui tutti gli aspetti del proprio caso, perché ognuno presenta elementi che possono incidere in maniera diversa non solo sul tipo di prestazione dell’avvocato ma anche sulle spese procedurali.