Definizione di fideiussione bancaria

La fideiussione bancaria è una forma di garanzia concessa da un istituto di credito (fideiussore) per una data somma di denaro che costituisce l’oggetto di un prestito obbligazionario. L’istituto di credito che emette la fideiussione assume quindi il ruolo di garante del debito contratto fra un debitore e un creditore.

La garanzia della banca è sempre formalizzata mediante la sottoscrizione di un contratto tra il soggetto creditore e la banca stessa, mentre il soggetto debitore rimane estraneo, al punto che la fideiussione rimane valida anche senza il consenso di quest’ultimo; da qui, il carattere di bilateralità della fideiussione, sebbene siano individuabili complessivamente tre soggetti nell’affare. Di norma il soggetto che richiede la fideiussione alla banca diventa o è già cliente e per usufruire di questo servizio di garanzia dovrà corrispondere alla banca una commissione (solitamente circa 1%) sull’importo della fideiussione al netto delle tasse previste dalla legge.

Le diverse tipologie di fideiussione

Esistono due forme principali di fideiussione bancaria: la fideiussione solidale e la fideiussione con beneficio di escussione. Nel primo caso, il fideiussore si impegna a corrispondere l’intera somma del debito qualora il debitore non fosse nelle condizioni di saldarlo. La seconda forma di fideiussione obbliga il fideiussore al pagamento della sola parte di debito che il debitore non è riuscito a saldare al creditore nei termini pattuiti. Sul sito www.guida-mutui.it maggiori dettagli per scoprire come e a chi rivolgersi per una fideussione.

Il carattere di accessorietà

La fideiussione bancaria è definita anche un beneficio accessorio, in quanto l’obbligo di pagamento da parte del fideiussore si esercita esclusivamente nel caso in cui il debitore sia insolvente. Dal momento dell’estinzione del debito da parte del debitore, il creditore non può vantare più alcun diritto nei confronti del fideiussore, risolvendosi contestualmente ogni rapporto obbligazionario fra le parti.

Clausole speciali

Il Codice Civile (art. 1936) prevede che il carattere di accessorietà della fideiussione venga meno in caso sussistano specifiche clausole tecnicamente definite come clausole di “garanzia a prima richiesta”: la fideiussione assume in questo caso carattere di obbligazione autonoma e diventa immediatamente efficace a seguito del semplice atto di richiesta da parte del soggetto beneficiario.